Spiritualità Oratoriana e Comunità della Garbatella

L’Oratorio filippino è un luogo di crescita umana e spirituale, in cui sacerdote e fratello, può realizzare la propria vocazione alla santità con:
• la preghiera comunitaria quotidiana
• la lettura e l’approfondimento della Parola di Dio
• la partecipazione ai Sacramenti e alla Liturgia
• la testimonianza cristiana attraverso il servizio al prossimo

La spiritualità oratoriana è sintetizzata da quattro parole chiave:
Carità, per aprirci all’Amore e farne dono ai fratelli;
Gioia, per realizzarci nel progetto di Dio e nell’accoglienza festosa di tutti;
Orazione, per lasciarci condurre dalla Parola e rispondere con la nostra vita;
Umiltà, per riconoscere i doni del Signore e condividerli con gli altri.

La figura del padre filippino è come si è detto, equivalente a quella di un prete o fratello che vive in comunità, ed è caratterizzato dalla spontaneità e da fervorosa semplicità, pur dovendo sempre essere preparato allo studio. Deve essere portato alla predicazione, al culto eucaristico e della vergine oltre che amministrare i sacramenti.

 

One comment

  1. sono un attore amatoriale (nella vita reale medico chirurgo) e sto realizzando “TUTTO E’ VANITA’, la vera storia di Filippo Neri”, dopo averne letto una approfondita biografia. Ho fatto mie le sue massime relative alla umiltà, alla gioia e al darsi agli altri. Nessun altro Santo mi è mai stato così vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.